Lucid Dream

Sogno lucido e distopico, realtà che incontra e modifica altre realtà e si ammanta del velo cangiante di mercurio dell’esperienza onirica: Lucid Dream è la prima NEPils al mondo, ibrido surreale proveniente da una dimensione diversa, immaginazione subcosciente fattasi carne e sostanza psichica.
Estratto originale: 16ºP
Grado alcolico: 7,5% in volume
Colore: paglierino carico, velato

Nel bicchiere è leggermente velata, coronata da un cappello di schiuma generoso e dal biancore accecante. Al naso presenta una ricchezza insolita per una birra della sua famiglia, che spazia dalla frutta (pesca bianca e gialla) al miele d’acacia, da intense venature floreali a un tono di cereale altamente concentrato. Culmina in un paesaggio di dune erbacee interminabili, che scorrono a volo d’uccello sotto la telecamera dell’olfazione. Morbida e mai amara, è tonda, lunga, e abboccata quanto basta per supportare le grandi quantità di luppoli nobili tedeschi impiegati in dry hopping.

Disponibile solo in fusto. Bere fresca, secondo disponibilità!
Da abbinare con l’istinto più che con la razionalità: supporta una gamma improbabile di opzioni culinarie, dai dolci-non dolci a base di mandorle (biancomangiare con cannella) ai mitili in sauté, dalle carni bianche in umido (specie il coniglio) ai pesci grassi come il salmone pescato o la trota, accompagna la sostanza di salsicce di maiale e spezzatini senza pomodoro, sostiene il latte di cocco di curry thailandesi, indiani, vietnamiti ed altri esotismi.




Cosa ne pensi di Lucid Dream?