SHAREVOLUTION. La collaborazione birraria del futuro

Stampa

 

Limido Comasco (CO) e Longmont, Colorado (USA); 16 Gennaio 2017Un programma di scambio birrario pionieristico vede la luce. Due capisaldi della produzione craft rispettivamente Italiana e Statunitense, il Birrificio Italiano di Limido Comasco e Left Hand Brewing Co. di Longmont, Colorado; comunicano l’inaugurazione di una collaborazione su vasta scala dal nome SHAREVOLUTION – EVOLUZIONE BIRRARIA CONDIVISA. Il programma è imperniato sullo scambio fisico di due birrai, Francesca Guzzetti ed Henry Myers, che trascorreranno ciascuno un periodo di lavoro e apprendimento presso il birrificio ospite. Lo scambio di tecniche, ideali, conoscenze favorirà un processo osmotico utile alla crescita reciproca: si tratterà di una collaborazione totale, senza filtri, che spazierà dalla creazione di ricette collaborative all’elaborazione di strategie distributive condivise, dall’apprendimento e reciproca reintroduzione di tecniche birrarie alla promozione della freschezza, della qualità e della cultura del servizio.

Non ultimo, la collaborazione avrà come fine quello di promuovere su vasta scala il pensiero artigianale e le sue caratteristiche qualitative, dando un segnale forte di coesione del comparto craft contro un settore industriale sempre più insidioso. Le multinazionali della birra, in un momento storico che vede contrarsi costantemente il mercato dei prodotti standardizzati su cui fino a pochi anni fa hanno incentrato esclusivamente le proprie capacità produttive, mirano a impadronirsi del crescente segmento di mercato conquistato dalle produzioni birrarie artigianali. Ciò avviene talvolta tramite clamorose acquisizioni dirette di birrifici protagonisti appartenenti alla scena artigianale, o più spesso attraverso l’imitazione dei suoi soli aspetti superficiali (packaging, comunicazione, eventi). In particolare, questa seconda strategia mira ad adescare i consumatori meno informati; offrendo loro, dietro l’esca di un’immagine accattivante e pseudo-craft, prodotti che di fatto non si discostano dalla produzione standard di matrice industriale (birre “crafty”).

Per l’operazione è stato scelto il nome SHAREVOLUTION perché fonde in una sola parola i concetti di condivisione (sharing) ed evoluzione (evolution). La condivisione è evoluzione perché consente un arricchimento reciproco a chi la pratichi. Perché unire idee, tecniche, strumenti e capitali in funzione di un obiettivo comune può consentire a piccole realtà di fare fronte a grandi sfide.

È negli auspici di Birrificio Italiano e Left Hand che questo esperimento di collaborazione/networking su vasta scala possa essere ripetuto e usato da birrifici in tutto il mondo per lavorare insieme e ottimizzare le proprie strategie produttive e logistiche, ottenendo maggior impatto comunicativo sul pubblico, e in genere una accresciuta resistenza nei confronti delle incursioni commerciali meno leali provenienti dalle aziende “Big Beer”.

Francesca ed Henry riporteranno le loro impressioni ed esperienze di collaborazione sui blog di Birrificio Italiano (http://www.birrificio.it/officina-alchemica/notizie-ed-eventi/) e di Left Hand (http://lefthandbrewing.com/blog/) . Vi invitiamo a seguirli per scoprire insieme a noi l’andamento dell’iniziativa!

________________________________________________________________________

Birrificio Italiano è una realtà pionieristica nel mondo della birra artigianale italiana; fondato nel 1994 e aperto al pubblico nel 1996. Primo microbirrificio in Lombardia, è membro dello sparuto drappello di produttori che, gli uni inconsapevoli dell’esistenza degli altri, iniziarono in quel periodo un cammino di produzione indipendente che sarebbe poi diventato l’odierno movimento birrario. Nato come brewpub, BI ha raggiunto nel tempo grazie all’estro e alle capacità tecniche del birraio Agostino Arioli un livello di fama e diffusione che lo rendono uno dei nomi più affermati nel panorama craft mondiale. La produzione si concentra su birre “da bere”, in cui l’equilibrio è elemento essenziale, e spazia dalle rivisitazioni dei classici stili di scuola tedesca fino alla sperimentazione assoluta, con produzioni che vantano lunghi invecchiamenti in botte, impiego di lieviti selvatici, aggiunta di frutta e spezie.

Left Hand Brewing Company Posseduta dai dipendenti, Orgogliosamente indipendente. Left Hand Brewing Company è situata al 1265 di Boston Avenue a Longmont, in Colorado, e festeggia quest’anno 23 anni di produzione di una gamma di birre artigianali ben bilanciata. Left Hand è uno dei più celebrati e conosciuti birrifici nello Stato del Colorado, con oltre 28 medaglie al Great American Beer Festival, 11 premi alla World Beer Cup , e 9 allo European Beer Star. Famoso particolarmente per la sua linea Nitro, Left Hand Brewing è ideatore originale per gli Stati Uniti del sistema di confezionamento “Nitro bottle” (imbottigliamento di birre condizionate al carboazoto) introdotto per la prima volta con la Milk Stout Nitro. La gamma Left Hand è disponibile in 39 Stati USA e internazionalmente (UK, Irlanda, Rep. Ceca, Germania, Svezia, Norvegia, Canada, Giappone).